Messaggi del sindaco – CAVA E’…CULTURA: UNA VITA A COLORI DI MAURIZIO REGA

0

CAVA E’…CULTURA
UNA VITA A COLORI DI MAURIZIO REGA
DA MERCOLEDI’ 7 A GIOVEDI’ 29 AGOSTO 2019 – DALLE ORE 19.00 ALLE 23.00 – COMPLESSO MONUMENTALE DI SAN GIOVANNI

Sarà inaugurata, mercoledì 7 agosto, alle ore 20.00, presso il Compelsso Monumentale di San Giovanni, in corso Umberto I, 167, la mostra di maurizio Rega, “Una Vita a Colori”.
La mostra, ad ingresso libero, sarà visitabile fino a giovedì 29 agosto 2019, dalle ore 19.00 alle 23.00.
A descrivere le opere del maestro Rega, è stato il professore Paolo Gravagnuolo:
“Ci sono esistenze, intrise di malinconie, che “traducono” in bianco-nero anche i colori più sgargianti perché rivolgono costantemente lo sguardo al passato. Vi sono, invece, persone ottimiste oltremisura che proiettano tutto, anche i sogni, in un indistinto futuro colorato. La sapienza di chi sa vivere il presente dovrebbe associarsi alla capacità di dare corpo e peso a ciascuna sfumatura del colore, compreso i non colori bianco e nero. L’artista appartiene per lo più all’ultima categoria e ha l’innata capacità di “distillare” ogni singola tonalità cromatica.
Maurizio Rega si può, a ragion “veduta”, annoverare tra questi maestri del colore. L’intero percorso artistico, che ormai si snoda da diversi decenni, è incentrato sulla curiosità del bimbo che impasta per la prima volta le piccole mani nei colori. Quel sorriso aperto ed entusiasta, che si stampa sul viso infantile, lo ritroviamo gioioso e produttivo nella prolifica produzione del pittore maturo e diviene intrigante umanistica curiositas.
In Rega, anno dopo anno, la fusione istintiva tra anima e colore, in grado di colpire subito al cuore chi osserva le sue tele, si è dipanata via via con sempre maggiore acume da esperto della “materia”. Costante è divenuta, dunque, la ricerca di un senso “altro” (ma anche “alto”) da attribuire agli accostamenti cromatici, quasi a voler recuperare tutto il patrimonio scientifico legato agli studi a riguardo di un Goethe per i preromantici, di un Chevreul per il secondo Ottocento o di un Itten al Bauhaus.
Mano a mano, la sua pittura è passata da una sinfonia sentimentale a un lento, attento e minuzioso lavoro su ciascuna tela, anche per un lungo lasso di tempo. Maurizio, quando dipinge, ha sempre meno fretta: osserva la tela e fuma, sereno e sicuro di sé, l’inseparabile pipa. E, con calma, lascia decantare lo slancio iniziale per far posto allo studioso acuto dei più reconditi segreti del cromatismo, fino a “trascendere” nell’artigianato cerebrale.
L’occasione preziosa che ci offre questa personale è quella di celebrare un’artista con opere legate a varie fasi della produzione: in pratica, si tratta della possibilità di una retrospettiva per fare il punto sullo stato della ricerca. Rega, nel tempo, ha “ritratto” ulivi dalla nodosa corteccia; corbezzoli rosso fuoco tra il verde scuro delle foglie; paesaggi lontananti verso il mare o armonie di colline; Monte San Liberatore e Monte Finestra (forse tra i soggetti più indagati, una sorta di sua Sainte-Victoire); un ibisco in primo piano. E poi filari di alberi, a volte maestosi e altre ordinati; raramente compaiono persone e poco ha riflettuto sulla rappresentazione del volto: con l’eccezione magari di quello delicato della figlia, dei vivaci visi dei nipoti o di qualche autoritratto “pensoso”.
Da qualche anno, anche su mia sollecitazione, si è dedicato a opere astratte, dimostrando di poter esaltare in quella veste le sue indubbie doti cromatiche. Infine, l’uomo mediterraneo, fiero dei fichi d’India o di uno scorcio della Costiera Amalfitana, ha incontrato la campagna e i boschi d’oltre-Manica, ricevendone una forte scossa emotiva. E, infatti, nella sua produzione irrompono i paesaggi inglesi dove, forse meglio che altrove, il maturo maestro riesce a coniugare il bimbo innamorato dei colori e l’artigiano cerebrale, che discerne fino all’ultimo tocco con sapiente stupore”.

Fonte

Vuoi ricevere sul tuo smartpone notizie come questa ed essere sempre aggiornato su Cava de’ Tirreni? Attiva Gratis il Servizio Whatsapp o Scarica gratuitamente Cavasmart, la prima applicazione sulla città di Cava de’ Tirreni!

Se hai Android clicca quì!

 

Se hai Apple clicca quì!

Share.

About Author

Comments are closed.